post

Timballo di capellini fritti

Il timballo di capellini è un tipico piatto della cucina mediterranea, è uno dei tanti timballi e pasticci elaborati dai famosi “monsieur le chef”, ribattezzati monsù in siciliano che arricchiscono le tradizioni della cucina isolana.

Insomma, un piatto espressione della cucina aristocratica siciliana dell’ottocento, di cui narra Tommasi di Lampedusa nel suo famosissimo romanzo il Gattopardo dove, l’effetto dell’eleganza della cucina francese, nelle nobili famiglie siciliane, si identifica nella figura del monsù.

Qui rivisitato croccante panaiura con un ricco ripieno di prosciutto, besciamella, mozzarella, provolone, trito di carne, polpa di pomodoro, formaggio pecorino, piselli, vino, prezzemolo, sedano, carota, cipolla sale e pepe.

*allergeni 

 

post

Fritto di Baccalà alla Siciliana

Deliziosi Filetti di baccalà (merluzzo) impanati e fritti.

Pesce povero ma al tempo stesso pregiato, per baccalà si intende il merluzzo tagliato a grossi filetti e conservato sotto sale. Per la consumazione una volta tolto il sale viene lasciato in acqua per un giorno i modo da renderlo morbido, poi impanato e fritto.

*allergeni

 

post

Tartara di salmone e avocado

Tartara di salmone e avocado.

Un piatto delicato grazie alla sua avvolgente consistenza che presenta la freschezza del Lime e la nota piccante dello zenzero

*allergeni

 

post

Macco di Fave

Il macco di fave, è una delle ricette più note della cucina siciliana, è considerato un piatto unico, perché è molto ricco e denso si nutrienti, anche se preparato con un ingrediente poverissimo. Si tratta di un piatto con cui nei tempi passati in Sicilia si festeggiava la fine del raccolto.

*allergeni